NOMENCLATORE DEGLI ASSISTENTI FAMILIARI (15 Gennaio 2018)

Molto spesso quando una  famiglia si trova in difficoltà e cerca per la prima volta un’assistenza domiciliare si immerge in un mondo nuovo fatto di sigle e nomi a loro incomprensibili.

Cercheremo di spiegare in parole semplici a cosa corrispondono le sigle degli operatori sanitari per orientarvi sulle figure da scegliere in base alle vostre necessità:

OSS : Operatore Socio Sanitario e OSA: Operatore Socio Assistenziale sono operatori sanitari muniti di un attestato professionale. Negli ospedali e nelle strutture si occupano principalmente dell’igiene e del mantenimento della persona.
In ambito domiciliare si occupano di assistenza diretta alla persona nelle ore più critiche della giornata come la mattina per un aiuto nell’alzata, igiene e vestizione, la sera per la rimessa a letto o la preparazione e assistenza al pasto.
Questi operatori professionali sono addetti alla cura della persona e non alla cura della casa, non devono quindi provvedere alle pulizie domestiche, nei loro compiti c’è il ripristino dei soli ambienti dove hanno operato per le attività di cura alla persone.

 

OPERATORE D’AIUTO: L’operatore d’aiuto presta servizio per più ore durante la giornata fino alla convivenza.
Oltre a svolgere un servizio di assistenza diretta alla persona aiuta anche nel quotidiano con la preparazione del pasto, riordino ordinario dei locali, piccole commissioni esterne come andare a fare la spesa o in posta. Non si tratta di personale sanitario, ma di addetti di cura, non posseggono quindi attestati professionali, ma di norma sono titolari di provate esperienze.

 

INFERMIERE PROFESSIONALE: Svolge le proprie prestazioni direttamente a domicilio dell’assistito secondo le preferenze di giorni ed orari.
Per la somministrazione delle terapie sanitarie è necessario che la famiglia disponga delle prescrizioni rilasciate dal medico curante o specialista.

 

FISIOTERAPISTA: Svolge le proprie prestazioni direttamente a domicilio dell’assistito secondo le preferenze di giorni ed orari.  Effettua una prima seduta di valutazione dove assieme alla famiglia e all’assistito viene condiviso un piano di cura.                                                                                                                                                                                                 Le sedute di fisioterapia domiciliare normalmente hanno una durata di circa 50 minuti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *